Giardini verticali esterni: colorare la città con la natura!

Giardini verticali esterni sul blog di Atelierdimensioneverde.it

Un meraviglioso esempio di come il verde può diventare parte integrante del contesto urbano della città e allo stesso tempo una forma d’arte. Stiamo parlando dei giardini verticali esterni, particolarissimi spazi verdi che si sviluppano in altezza e che contribuiscono a colorare la città, dandoci la sensazione di essere immersi nel verde!

Principali vantaggi del giardino verticale

I giardini verticali esterni sono realizzazioni di indubbia bellezza che vanno ad impreziosire la città regalandole nuove sfumature di colore e nuovi angoli di verde anche in quelle zone dove la realizzazione di un parco o di un piccolo giardino risulterebbe impossibile. Oltre ad incrementare il valore estetico della città, i giardini verticali portano con sé altri vantaggi da non trascurare. Una parete verde, infatti, riduce lo smog e gli agenti inquinanti, che vengono filtrati e assorbiti dalle piante. Inoltre, il giardino verticale assorbe l’anidride carbonica e la trasforma in ossigeno, consentendo quindi alla città di respirare. Realizzare un giardino verticale su un edificio, poi, porta dei benefici anche all’edificio stesso. Una parete vegetale, infatti, è un’ottima barriera contro l’inquinamento acustico, un problema particolarmente sentito nelle città. Ma non finisce qui, perché il giardino verticale contribuisce a isolare termicamente gli edifici e può quindi rientrare in quegli interventi che servono per la riqualificazione energetica. Infine, una parete verticale riesce a rallentare il propagarsi delle fiamme nel caso di un incendio.

Giardini verticali esterni: sai che puoi realizzarli anche in casa?

Abbiamo parlato dei giardini verticali come spazio verde che va ad abbellire le città, ma le pareti vegetali possono anche abbellire una casa privata! Proprio così, è possibile realizzare un giardino verticale anche in casa! Se si desidera realizzare una parete verde vera e propria, è bene rivolgersi a un esperto nella progettazione dei giardini. Se invece ci si accontenta di qualcosa di più contenuto, si può benissimo realizzare un piccolo giardino verticale fai da te e unire quindi l’utile al dilettevole!

Architettura verde: colorare la città pensando all’ambiente

Architettura verde sul blog Atelierdimensioneverde.it

Avete presente il Bosco Verticale? Si tratta di due particolari grattacieli che sorgono a Milano nei pressi della stazione di Porta Garibaldi. Particolari perché le terrazze di questi edifici, realizzati dallo studio di architetti Boeri, sono state riempite di alberi e piante diventando di diritto due degli elementi più caratteristici della skyline di Milano. Il Bosco Verticale è un perfetto esempio di architettura verde, che fonde gli elementi naturali con le costruzioni progettate dall’uomo, creando una simbiosi estremamente affascinante. In tutto il mondo sono molti gli esempi di felice combinazione tra il verde e l’architettura, che ci fanno capire che è possibile preservare la natura, senza per questo rinunciare allo sviluppo architettonico delle città.

Architettura e natura, un binomio vincente

Oltre ad un evidente vantaggio dal punto di vista estetico, l’architettura verde fa bene alle città perché riduce lo smog e consente di contenere gli effetti negativi dell’acqua piovana in caso di violenti nubifragi. Inoltre, tetti verdi e pareti verticali sono utili anche per la produzione di ossigeno e come efficace barriera per l’inquinamento acustico. Stiamo parlando dunque di edifici che in inglese vengono definiti “green building”, edifici verdi appunto, ad indicare delle costruzioni eco-sostenibili che rispettano la natura, realizzate preoccupandosi di limitare il più possibile l’impatto ambientale.

Architettura verde: tetti, pareti vegetali e giardini pensili

Abbiamo citato come esempio in questo articolo il Bosco Verticale di Milano, ma ci sono molti altri esempi di architettura verde anche in costruzioni di dimensioni più contenute, come le abitazioni private. Esistono molte opzioni per chi vuole far diventare il verde parte integrante della propria casa senza accontentarsi di un semplice giardino. Ad esempio, è possibile realizzare un vero e proprio tetto verde, piano o anche inclinato, oppure si può decidere di realizzare un giardino pensile. Infine, è possibile creare delle pareti vegetali, dette anche giardini verticali. Queste soluzioni, oltre che belle, aiutano a ridurre il livello di smog e a isolare l’abitazione.

Giardini storici italiani: un patrimonio verde da curare e conservare

 

Giardini storici sul blog di Atelierdimensioneverde.itAffascinanti, suggestivi, in grado di regalare emozioni uniche e irripetibili: sono i giardini storici, un patrimonio inestimabile che rappresenta un vero e proprio valore aggiunto del nostro paese. Visitare un giardino o un parco storico è un’esperienza estremamente emozionante. Passeggiando tra fiori e piante ci si rende conto di come questi giardini siano espressione perfetta della maestria e della passione dei garden designer che con le loro mani esperte sono in grado di realizzare composizioni assolutamente incantevoli, che tolgono il fiato. Grazie al loro lavoro e grazie a un’attenta e costante attività di manutenzione e mantenimento degli spazi verdi, che ha permesso che i giardini storici si mantenessero intatti fino ai giorni nostri, ci è possibile godere ancora oggi della meraviglia di questi luoghi da favola.

Un patrimonio di cui andare fieri

Noi italiani siamo davvero fortunati. Il nostro paese, infatti, è ricco di giardini storici e parchi famosi in tutto il mondo. Basti pensare ad esempio al meraviglioso giardino del castello di Vignanello nel viterbese, al giardino Garzoni in Toscana, al parco della villa reale di Monza, o ancora al giardini Giusti a Verona, al giardino della reggia di Caserta, ai giardini vaticani. Questi sono solamente alcuni esempi dell’immenso patrimonio verde italiano, sparso lungo tutta la penisola. I parchi storici sono un vanto per il nostro paese. Visitati ogni anno da migliaia di turisti, i giardini storici trasmettono ai turisti la cultura italiana e il nostro innato talento creativo, che ci permette di creare paesaggi da sogno che rimangono scolpiti nella memoria.

Giardini storici, avete già scelto quale visitare?

Se avete intenzione di visitare uno dei parchi storici italiani, avete davvero l’imbarazzo della scelta! L’Italia dal punto di vista dei giardini è davvero ricca e vi sono dei giardini incantevoli in ogni regione. Se volete scoprire quali sono i giardini storici più vicini a voi, potete consultare l’archivio del circuito Grandi Giardini Italiani.

Piante per siepe – quali scegliere?

Piante per siepe sul blog di Atelierdimensioneverde.it

Quanto sono belli i giardini contornati da una siepe rigogliosa? C’è poco da fare, una bella siepe dà un tocco in più a qualsiasi spazio verde, valorizzandolo e donandogli un fascino particolare. Oltre al lato prettamente estetico, avere una siepe nel proprio giardino porta con sé dei vantaggi da non trascurare. Una siepe folta e ben potata, infatti, permette di proteggere la privacy dandovi la libertà di godere del vostro giardino al riparo da occhi indiscreti, può fungere da efficace riparo dal vento, può essere utilizzata come barriera contro i rumori o ancora come filtro per assorbire lo smog. Le piante per siepe, tuttavia, non sono tutte uguali, ed è quindi necessario scegliere il tipo di pianta più adatto alle proprie esigenze e all’effetto che si vuole ottenere.

Che piante scegliere

Scegliere le piante per siepe può sembrare un compito semplice, ma non lo è. Bisogna infatti conoscere bene le caratteristiche di ciascuna pianta per poi riuscire a scegliere quella che permette di ottenere la siepe che si desidera. Tra le piante utilizzate più comunemente ci sono le sempreverdi che, proprio per le loro caratteristiche, permettono di creare una siepe folta che rimane bella durante tutto l’anno.

Piante per siepe – le sempreverdi

Le piante sempreverdi, grazie alle loro caratteristiche, sono l’ideale se vogliamo una siepe fitta che ci offra un’adeguata protezione dal vento e dal rumore e che allo stesso tempo ci regali un po’ di privacy. Tra le sempreverdi che vengono utilizzate più comunemente citiamo il ligustro, pianta che può raggiungere i tre metri di altezza, caratterizzata da foglie di piccole dimensioni piuttosto fitte, che la rendono l’ideale per le siepi ma anche per l’arte topiaria. Un’altra sempreverde che si può utilizzare è il Lauroceraso. Grazie alle grandi foglie e alla velocità con cui cresce, il lauroceraso è consigliato per chi desidera una siepe per il proprio giardino che non necessita di eccessiva manutenzione.

Giardini all’italiana: geometria ed essenzialità

Giardini all'italiana sul blog di Atelierdimensioneverde.it

 

I giardini all’italiana sono famosi in tutto il mondo per la loro geometria, la compostezza delle forme e l’inconfondibile eleganza rigorosa che li rende unici ed estremamente affascinanti. Nati nella metà del XVI secolo, questi giardini, detti anche giardini formali, hanno conosciuto un successo senza eguali e si sono presto diffusi in tutta Europa, diventando un vero e proprio modello di riferimento che ha dominato gli spazi verdi di ville e parchi almeno fino al XVIII secolo. Il giardino all’italiana, poi, è stato fondamentale per la nascita, tra gli altri, del giardino inglese, sebbene questo non contempli forme geometriche e regolari, bensì una natura il quanto più spontanea possibile.

Geometria e regolarità nelle forme

Come abbiamo capito, i tratti distintivi dei giardini all’italiana sono senza dubbio il rigore geometrico, la simmetria e le linee composte. La geometria degli spazi si ottiene mediante la sapiente disposizione di siepi e cespugli, che vanno a comporre un paesaggio studiato nei minimi dettagli, in cui ogni pianta è parte integrante del disegno complessivo. L’effetto è sorprendente: il giardino all’italiana dà un’idea di ordine e compostezza che fanno di questo spazio verde un incredibile esempio di come la maestria dell’uomo sia in grado di trasformare la natura, di per sé selvaggia e incolta, in un’opera d’arte di incomparabile bellezza.

Giardini all’italiana, tra labirinti e arte topiaria

Il giardino all’italiana è famoso anche perché spesso prevede la presenza di suggestivi labirinti i quali si incastonano perfettamente nello spazio verde proprio perché giocano con la geometria per creare affascinanti percorsi all’interno del giardino. Oltre ai labirinti, il giardino all’italiana prevede la particolare potatura di alcune piante, che fa assumere loro forme geometriche o che ricordano addirittura degli animali. È l’arte topiaria, una particolare tecnica che permette di trasformare le piante in veri e propri elementi decorativi che vanno ad impreziosire ancora di più il giardino.

Giardini per hotel, un valore aggiunto per le strutture ricettive

Giardini per hotel sul blog di Atelierdimensioneverde.it

 

I giardini, grazie alla loro eleganza e alla straordinaria capacità di restituire serenità e grazia, sono l’ideale per rendere speciale qualsiasi ambiente. La natura lavorata ad arte dagli esperti paesaggisti, infatti, riesce a valorizzare gli spazi grazie a una perfetta combinazione di forme e colori, che donano armonia e una piacevolissima sensazione di benessere e di pace interiore. Se parliamo di alberghi e strutture ricettive, poi, l’importanza di uno spazio verde curato è pressoché fondamentale. Scopriamo dunque perché i giardini per hotel sono così importanti!

L’aspetto esteriore conta eccome

I giardini per hotel sono estremamente importanti, perché assolvono la funzione di accogliere e introdurre gli ospiti che giungono nella struttura ricettiva. Ecco quindi che sovente lo spazio verde diventa il primo biglietto da visita di un hotel, il suo modo di presentarsi al pubblico. Per un hotel o una qualsiasi struttura ricettiva, infatti, l’aspetto esteriore è importante tanto quanto l’arredamento interiore, proprio perché la percezione della qualità di una struttura fa riferimento alla combinazione tra spazi interni ed esterni. Nessuno di noi soggiornerebbe mai in un hotel con un bel giardino, ma con gli interni trascurati e le stanze piene di polvere. Allo stesso modo, un bell’hotel con un giardino lasciato a sé stesso perde gran parte della propria attrattiva agli occhi dei clienti.

Giardini per hotel: è importante affidarsi a un esperto

Insomma, gli spazi verdi sono un elemento imprescindibile per le strutture ricettive che vogliono offrire ai propri clienti degli ambienti gradevoli che restituiscano un’immagine curata e una sensazione di tranquillità e di relax. Tuttavia, realizzare un giardino nel proprio hotel non basta: è assolutamente necessaria una costante attività di manutenzione del verde, volta a preservare la salute del giardino e a fare in modo che sia sempre rigoglioso in tutte le stagioni. La manutenzione è un’attività delicata e, soprattutto nel caso di giardini per hotel, alberghi e altre strutture di grandi dimensioni, rivolgersi a un esperto è assolutamente fondamentale. L’esperienza e la competenza di un professionista del verde assicura infatti un giardino sano, bello e accogliente 365 giorni all’anno.

Giardini inglesi, conosciamoli meglio!

giardini-inglesi

Molto spesso si sentono nominare i giardini inglesi per la loro incredibile bellezza e per la loro capacità di risvegliare quelle emozioni che albergano negli angoli più reconditi dell’animo umano. Tuttavia, anche se è possibile intuire quali possano essere le peculiarità di questa particolare tipologia di giardini semplicemente passeggiando tra i verde e osservando i dettagli e le mille sfumature che questi spazi offrono, pochi di noi sanno realmente quali sono le caratteristiche di un giardino all’inglese. Conoscerne i tratti distintivi è invece estremamente importante e interessante, sia per chi abbia in mente di realizzare un giardino privato di gran pregio, sia per chi è semplicemente appassionato del fantastico mondo del verde decorativo.

La natura è libera di esprimersi

Nati nel XVIII secolo, i giardini inglesi si discostano in maniera piuttosto importante dai giardini all’italiana, che sono caratterizzati da forme e suddivisioni geometriche dello spazio e quindi da un aspetto composto e regolare. Il giardino inglese, invece, vuole ridare quell’idea di spontaneità e naturalezza tipica della natura incontaminata. Non più forme geometriche regolari, quindi, né ars topiaria e sculture vegetali: nei giardini all’inglese si vuole mettere al centro una natura che non sia costretta in rigidi schemi, ma bensì che sia libera di esprimersi secondo le proprie leggi.

Giardini inglesi: artificialità e naturalezza

Il fatto che il giardino all’inglese prediliga una natura spontanea senza imposizioni non deve però trarci in inganno. L’aspetto incontaminato è pur sempre artificiale e nasconde la mano sapiente dell’uomo, che organizza il paesaggio studiando la soluzione che meglio valorizza lo spazio. Ecco quindi che il verde viene abbellito con ruscelli, grotte, cespuglietti, cascatelle, ma anche pagode e altri elementi decorativi. Possiamo concludere quindi che i giardini inglesi sono un perfetto esempio di come la professionalità e l’esperienza degli esperti del verde sia in grado di creare un’opera d’arte che è sì artificiale, ma che restituisce ai nostri occhi quella natura incontaminata che è in grado di regalarci emozioni uniche e irripetibili. Se vuoi maggiori informazioni sui giardini inglesi e sui nostri servizi di progettazione e realizzazione giardini non esitare a contattarci, un esperto sarà al tuo servizio e risponderà ad ogni tua curiosità!

Il giardino labirinto: come ridare splendore agli spazi verdi antichi

giardino-labirinto

La struttura del giardino labirinto, scevra da ogni connotazione mitologica e religiosa, si è diffusa nella creazione degli spazi verdi in Europa a partire dal Seicento. La principale ragione di questa scelta risiede nell’altissimo valore estetico del labirinto, caratterizzato da precise linee geometriche, sia rette che curve, che spesso danno vita a percorsi estesi e complessi dei quali è difficile intravedere una via d’uscita. Il fogliame di piante come il bosso, il tasso e l’alloro viene sapientemente lavorato da esperti potatori secondo un progetto prestabilito. Questa suggestiva struttura topiaria evoca immagini di epoche lontane, diventando così l’ornamento ideale per parchi storici e giardini antichi di ville signorili e castelli.

Giardini da sogno personalizzati

La costruzione di un giardino labirinto viene effettuata con la massima professionalità e cura da un team altamente specializzato, che segue ogni sua fase di realizzazione. Tenendo conto delle specifiche richieste del cliente, verrà stilato un primo progetto basandosi sulle peculiarità della zona di destinazione: a seconda della tipologia di terreno, dell’esposizione e dell’estensione, verrà proposto l’impiego di determinati arbusti. Atelier Dimensione Verde va incontro alle esigenze del cliente, guidandolo verso la soluzione più adeguata alle sue esigenze. Delle simulazioni grafiche daranno al cliente un’idea circa il risultato finale, prevedendo la possibilità di effettuare modifiche allo schema di base in modo da soddisfare le richieste della clientela.

Il giardino labirinto: rinverdire e conservare

Affinché questi particolari giardini conservino inalterato il loro fascino nel tempo, sono necessari interventi di manutenzione periodici e mirati per mantenere intatta la bellezza e la precisione delle geometrie. I labirinti conferiscono un’aria di squisita eleganza ai giardini antichi e valorizzano gli edifici, ma per ottenere questi vantaggi estetici le piante che li compongono devono essere sempre perfettamente potate e in salute. Esiste anche la possibilità di restaurare realizzazioni topiarie preesistenti, situate in aree deteriorate dal trascorrere dei secoli.

L’arte topiaria, ovvero come dare forma al verde

arte-topiaria

Pratica dalla storia millenaria (nacque nell’antica Roma), la topiaria è l’arte di potare alberi e piante in modo da conferire loro particolari forme geometriche a fini ornamentali. Anche in ragione delle sue origini, l’arte topiaria è universalmente considerata sinonimo di “giardino all’italiana”. Vide infatti la sua massima diffusione nelle residenze aristocratiche che punteggiavano il territorio della nostra penisola fra il Rinascimento e l’Ottocento quando, nella quasi totale assenza di fiori, il verde delle piante e il beige della ghiaia erano praticamente gli unici colori dei giardini. Anche nei parchi odierni, dove il verde delle foglie si mischia alle tinte più vivaci dei fiori (e, spesso, anche dei frutti), l’arte topiaria è una tecnica preziosa per donare movimento e giochi di luce al giardino, trasformandolo in una vera e propria opera d’arte.

La fantasia delle forme

La potatura artistica che caratterizza l’ars topiaria può avere ad oggetto singoli alberi o arbusti, siepi, oppure gruppi di piante. A seconda del progetto e della abilità del potatore, le piante possono essere scolpite secondo geometrie elementari e stilizzate, oppure dando loro forme complesse di soggetti, quali animali o persone, che si ergono nel mezzo del parco come statue vegetali.

L’arte topiaria in piccoli giardini e appartamenti

Dovendo cimentarsi nell’arte topiaria in un giardino privato di dimensioni medio-piccole, è consigliabile cominciare con piccole sculture dalle forme semplici e lineari, oppure dalla sola potatura artistica di una siepe in modo da dare carattere a tutto il giardino. È possibile realizzare potature artistiche anche all’interno delle abitazioni. I principianti possono aiutarsi con supporti metallici ai quali ancorare i rami per piegarli secondo la forma desiderata: una volta che la pianta si sarà abituata alla posizione che dovrà mantenere, sarà poi possibile rimuovere i supporti. È inoltre preferibile servirsi di piante dalle dimensioni ridotte, come ad esempio i bonsai.

La realizzazione giardini pensili: una scelta di design dai numerosi vantaggi

realizzazione-giardini-pensili

Una delle sette meraviglie del mondo antico era costituita dai giardini pensili di Babilonia. Oggi, a distanza di secoli, scegliere la realizzazione giardini pensili significa riscoprire il fascino meraviglioso dell’antichità, senza tralasciare per questo soluzioni innovative e altamente tecnologiche che permettono di sfruttare al meglio gli spazi e che consentono un notevole risparmio energetico, riducendo al contempo l’inquinamento ambientale e acustico.

Tutti i vantaggi della città senza scordare la natura

È possibile godere della città e di tutte le sue comodità e allo stesso tempo apprezzare la tranquillità che solo il verde è in gradi di darci? Certo che sì! La realizzazione di un giardino pensile è la soluzione che fa per voi, una scelta davvero intelligente, anche e soprattutto per i suoi numerosi vantaggi. La creazione di questo tipo di giardino, infatti, permette di ovviare al problema dello spazio senza rinunciare né al proprio angolo di verde né a preziosi metri quadri che possiamo così destinare ad altri usi, per esempio per la creazione di un posto auto. I vantaggi più importanti di un giardino pensile sono però legati alla sua eco-sostenibilità. Dotarsi di questa particolare tipologia di spazio verde permette infatti un notevole risparmio energetico grazie alla sua elevata capacità isolante che riduce notevolmente gli sbalzi termici, mantenendo una temperatura costante degli edifici. Infine, il giardino pensile protegge efficacemente anche dallo smog e dall’inquinamento acustico.

Un giardino pensile chiavi in mano

Atelier Dimensione Verde si occupa direttamente di ciascuna delle fasi che portano alla realizzazione di un giardino pensile, dalla progettazione, alla realizzazione e alla successiva manutenzione. Se desiderate uno spazio verde eco-sostenibile con un fascino d’altri tempi, ma realizzato con le più moderne tecnologie, affidatevi ad Atelier Dimensione Verde, gli esperti del giardino.